Lettori fissi

mercoledì 19 settembre 2012

Review&Swatches KIKO MAKEUP MILANO LAVISH ORIENTAL Lavish Lips Creamy Lipgloss nelle colorazioni 01 Peach Coral, 05 Starry Magenta e 06 Nude Rose + Confronto con REVLON Just Bitten Kissable Balm Stain nelle colorazioni 001 e 020


Matitone lucidalabbra effetto bagnato in edizione limitata. Pura lucentezza concentrata in una mina morbida e fondente per truccare le labbra in pochi gesti, con un risultato ultra-glossy. La sua consistenza morbida e gelatinosa scorre come un pastello sulle labbra donando una sensazione di levigatezza, idratazione e comfort senza fine.
(tratto dal sito web KIKO MAKEUP MILANO)
Il packaging è composto esternamente da una confezione in cartone ruvido decorato con motivi che rimandano al tema principale della collezione, ossia l’Oriente. In questo caso però, a differenza delle palette occhi, il colore della confezione esterna non cambia a seconda della tonalità di lipgloss contenuta all’interno.
 

Internamente troviamo invece un matitone in plastica che prende il colore  a seconda della colorazione contenuta all’interno e rende quindi più facile l’individuazione del colore che vogliamo applicare. Per estrarre la mina, visto che questi matitoni sono sempre pronti all’uso e non vanno temperati, bisognerà semplicemente ruotare la parte inferiore della confezione, color oro.

 

Lavish Lips Creamy Lipgloss è disponibile in 6 tonalità, vediamo ora in dettaglio quelle che ho acquistato :

©       01 Peach Coral : color pesca tendente all’arancio e al corallo a seconda della luce sotto cui lo si guarda. E’ un colore a parer mio perfetto per questi ultimi giorni d’estate ma lo trovo carino anche da utilizzare nei prossimi mesi in quanto riscalda l’incarnato reso spento e grigio dal periodo autunnale/invernale.
 
 

©       05 Starry Magenta : color fucsia con vari microglitter dorati che conferiscono luminosità senza essere eccessivi. Anch’esso un colore perfetto per questi ultimi giorni d’estate ma a parer mio molto bello di sera o, per chi vuole osare di più, anche di giorno. Trovo che sia un colore molto bello sia sulle bionde sia sulle more, una tonalità di rosa che si fa notare ma che non è eccessivamente vistosa.
 
 
 

©       06 Nude Rose : color beige/nude con sottotono rosato; è un colore molto delicato, perfetto da indossare se abbiamo occhi molto truccati ma lo trovo un complemento perfetto anche per un makeup naturale. A seconda delle passate e della luce sotto cui lo si guarda notiamo una prevalenza di marrone piuttosto che di rosa quindi possiamo modulare a nostro piacimento l’intensità e la colorazione finale che vogliamo ottenere.
 
 
Ed ora passiamo agli swatches, da sinistra verso destra troviamo Nude Rose, Peach Coral e Starry Magenta :
 
 
 
Ciò che salta subito all’occhio, per quanto riguarda questi matitoni, è il formato, a matita appunto. Questo packaging rende il prodotto ottimo da portare in giro in quanto non vi è neanche il bisogno di temperarlo. La mina inoltre è ottima anche per definire i contorni delle labbra e rendendo quindi l’applicazione veloce e precisa. Per quanto riguarda la texture riscontriamo una consistenza morbida e quasi gelatinosa con un delicato effetto bagnato che rende otticamente le labbra più voluminose e fa sì che anche le tonalità più intense risultino portabili. Si stendono molto bene sulle labbra grazie alla formulazione scorrevole ed hanno una discreta durata, personalmente ve li consiglio anche come base per altri rossetti. La pigmentazione è buona per quanto riguarda le due tonalità più chiare, la 01 e la 06 mentre è più elevata per quanto riguarda la 05 in quanto essendo una colorazione più intensa abbiamo una scrivenza maggiore sin da subito. La colorazione che ho apprezzato maggiormente è la 01, da tempo cercavo un bel color pesca e devo dire che assomiglia moltissimo,come colorazione, al rossetto Hyper Gloss Stylo 01 Tender Peach della Chic Chalet e spesso, quando voglio una copertura maggiore delle labbra, li utilizzo insieme.
 
Ho voluto inoltre mettere a confronto i Lavish Lips Creamy Lipgloss con i Just Bitten Kissable Balm Stain di Revlon che trovate recensiti qui, in quanto, pur essendo due prodotti dalla formulazione diversa, nel primo caso abbiamo un semplice lipgloss mentre nel secondo caso troviamo una tinta per labbra dalla consistenza burrosa, l’aspetto estetico è pressoché identico. Volendo fare un confronto qualitativo direi che dipende tutto dalle esigenze di ciascuno di noi in quanto nel caso del Lavish Lips Creamy Lipgloss di KIKO, essendo un semplice matitone labbra dalla texture cremosa e dal finish bagnato la durata sarà inferiore al Just Bitten Kissable Balm Stain di Revlon che, pur avendo anch'esso una texture ricca e confertevole, è una tinta per labbra quindi la durata sarà maggiore e anche una volta che l'effetto bagnato si sarà affievolito, sulle labbra il colore rimarrà a lungo. Ho voluto anche mettere a confronto due tonalità di Revlon con altre due di KIKO, nella variante fucsia possiamo dire di aver trovato un dupe “low cost” (KIKO) perfetto in quanto la tonalità è la stessa mentre nella variante nude troviamo una differenza sostanziale che li rende diversi. Andiamo quindi a vedere le colorazioni che ho messo a confronto :
 
KIKO Lavish Lips Creamy Lipgloss 05 Starry Magenta
 
vs
 
 
REVLON Just Bitten Kissable Blam Stain 020 Lovesick
 
Ed ora passiamo allo swatch in modo da rendere al meglio l'idea della somiglianza notevole tra le due colorazioni, anche se molto simili e quindi difficilmente distinguibili, a sinistra troviamo la tinta per labbra Revlon e a destra il matitone labbra di KIKO :
 
 
KIKO Lavish Lips Creamy Lipgloss 06 Nude Rose
 
 
vs
 
 
REVLON Just Bitten Kissable Balm Stain 001 Honey
 
Ed ora passiamo allo swatch in modo da rendere al meglio l'idea della diversità tra le due colorazioni, a sinistra troviamo la tinta per labbra Revlon mentre  a destra il matitone labbra di KIKO :
 
 
In definitiva possiamo dire che la tinta per labbra 020 Lovesick di Revlon e il matitone labbra 05 Starry Magenta di KIKO sono identiche, parlando ovviamente della colorazione perchè, come detto prima, la durata è a favore di Revlon. Per quanto riguarda invece la tinta per labbra 001 Honey di Revlon e il matitone labbra 06 Nude Rose di KIKO non abbiamo alcuna somiglianza se non che appartengono entrambi alla categoria dei "nude"


martedì 18 settembre 2012

Review&Swatches PUPA CHINA DOLL Pupa Volume Rossetto Volumizzante nelle colorazioni 103 e 303



Rossetto cremoso dal colore puro e intenso. La texture ultra fondente dalla scorrevolezza sublime esalta la piena sensualità delle labbra e ne intensifica il volume. Finish satinato e una pigmentazione sorprendentemente ricca per un colore assolutamente avvolgente.
(tratto dal sito web PUPA Milano)
Il packaging è composto esternamente da una confezione viola metallizzato con motivi che rimandano all'Oriente e scritte informative.
 
 
 
Internamente invece troviamo una confezione bombata, uguale a quella dei PUPA Volume presenti nella collezione permanente, di colore viola ad effetto specchiato con inserti color rosa chiaro, quasi bianco. Internamente per estrarre il rossetto troviamo il classico movimento rotatorio tipico di queste confezioni.

 
 

Le colorazioni disponibili sono 4, vediamo ora in dettaglio quelle che ho acquistato :
©       103 Shangai Nude : color beige chiaro rosato, un color nude molto carino, senza il classico “effetto correttore” che vanno a creare sulle labbra la maggior parte dei rossetti di questo genere. Lo trovo ideale per le carnagioni più chiare, mentre per quelle più scure potrebbe risultare troppo rosato, avendo un accentuato sottotono rosa. Mi piace molto come colore perché si adatta sia ai makeup più naturali ma anche a quelli più intensi senza però “nascondere” troppo le labbra.


 

©       303 Pink Desire : color rosa medio scuro tendente al rosso a seconda della pigmentazione naturale delle labbra con microglitter argentati che non si notano quasi una volta che andremo ad applicare il rossetto ma  conferiscono ugualmente luminosità. E’ a  parer mio un colore particolare che può adattarsi sia a incarnati chiari che a quelli più scuri. E’ utilizzabile anche di giorno grazie al fatto di essere molto modulabile.
 

 
Conoscevo già questa tipologia di rossetti in quanto ne possiedo qualche colorazione e quindi sapevo benissimo quale fosse la texture. La formulazione di questi rossetti è cremosa, piuttosto coprente e ricca rispetto ai rossetti sheer che abbiamo trovato nella collezione Jeans ‘N Roses uscita in primavera. In inverno infatti i rossetti che vengono proposti nelle collezioni sono più idratanti e “pesanti” sulle labbra ed offrono quindi una buona protezione contro le basse temperature invernali. All’interno dei rossetti PUPA VOLUME troviamo Acido Ialuronico proprio perché sono dei rossetti volumizzanti che quindi dovrebbero donare un leggero volume alle labbra. Personalmente li ho trovati confortevoli da indossare, molto idratanti ed anche con una discreta durata. La colorazione che ho apprezzato maggiormente è Shangai Nude poiché adoro questo genere di tonalità, le trovo versatili e ideali da abbinare con qualsiasi look.
 

lunedì 17 settembre 2012

Review&Swatches PUPA CHINA DOLL Ombretto Effetto Perla Pura Wet&Dry nelle colorazioni 01,02 e 03


Una formula innovativa con preziose perle per arricchire lo sguardo con sofisticati dettagli iridescenti. La sua speciale texture, estremamente cremosa e facile da sfumare, consente un doppio utilizzo.
(tratto dal sito web PUPA Milano)
Il packaging è composto da una confezione rotonda da 2.5g in plastica trasparente nella parte inferiore con coperchio color viola ad effetto specchiato.
 
 
All’interno troviamo la cialda ed il vano contenente l’applicatore in spugna.
 
 
Le colorazioni disponibili sono 4, vediamo ora in dettaglio quelle che ho acquistato :
©      01 Kimono Pink : color rosa chiaro pescato con microglitter argentati; è la colorazione più delicata delle quattro proposte e che ben si adatta a chi ha gli occhi chiari o predilige tonalità neutre per un makeup quotidiano semplice e naturale che però al tempo stesso conferisca luminosità allo sguardo.
 
 
©      02 Oriental Dark Violet : color viola/borgogna piuttosto scuro arricchito con microglitter argentati, questi ultimi a seconda della luce presentano anche lievi sfumature azzurrine. E’ una colorazione che a parer mio sta benissimo con gli occhi chiari in quanto li valorizza senza renderli eccessivamente cupi. Mi piace mollissimo abbinata ad una matita azzurra o verde acqua, trovo che insieme stiano davvero benissimo J

 
 
©      03 Taupe Opulence : color grigio medio scuro tendente all’argento, anch’esso ricco di microglitter argento. Personalmente è la tonalità che mi è piaciuta meno tra quelle provate. In negozio, una volta prelevato ed osservato alle luci artificiali sembrava un argento chiaro ed infatti io, adorando questo genere di colorazioni, ho deciso di acquistarlo ma una volta provato ed osservato alle luci naturali ho potuto constatare che in realtà applicato vira più ad un color fango che rende lo sguardo un po’ cupo. Sicuramente è ottimo da utilizzare per realizzare uno smokey sui toni del grigio ma utilizzato da solo non mi piace granché L

 

Ed ora passiamo agli swatches, da sinistra a destra troviamo Kimono Pink, Oriental Dark Violet e Taupe Opulence; per ciascun colore potete vedere la versione asciutta (swatch a sinistra) e bagnata (swatch a destra) :

 

Mentre qui potete osservare sempre sia la versione asciutta sia quella bagnata ma in questo caso ho deciso di realizzare la foto mediante l’uso del flash, in modo da potervi mostrare al meglio il finish metallizzato ed i riflessi di questi ombretti :

 

Per quanto riguarda la texture di questi ombretti vi dico subito che è essenziale (se non obbligatorio) utilizzarli bagnati per evitare, almeno in parte, il fastidioso fall out (caduta di polveri) di glitter e particelle di colore sul viso. Infatti, pur essendo stati presentati come ombretti dalla texture quasi cremosa sono piuttosto farinosi/polverosi e quindi è controproducente applicarli asciutti in quanto avrete una scarsa scrivenza (a  meno che non li applichiate con il pennello in spugna in dotazione e su una buona base cremosa “calcando” un po’ il colore) e vedrete che dopo poco tempo l’ombretto si sarà “sgretolato” cadendo sulle guance e rovinando quindi la base viso. Bagnati invece la situazione migliora, il colore è più intenso e mediamente pigmentato, comunque visibile una volta applicato sulla palpebra, ma in ogni caso dopo alcune ore notiamo, soprattutto nella zona delle occhiaie per intenderci, moltissimi microglitter argentati nonché piccole particelle di colore che sono cadute a seguito,ovviamente, del movimento degli occhi. Da notare che io, quando utilizzo questi ombretti, li bagno sempre fino a renderli quasi “acquosi” proprio per evitare di sporcare la zona sottostante agli occhi ma non serve praticamente a niente perché questo “fenomeno” si verifica lo stesso. Per quanto riguarda la pigmentazione invece,come dicevo prima, le due colorazioni più scure (viola e grigio) da asciutte sono mediamente scriventi, da bagnate si intensificano e mostrano i loro riflessi mentre la colorazione più chiara, il rosa, ha una scrivenza soddisfacente (per i miei gusti J) solo da bagnata. Una volta applicati hanno un’ottima durata e non sbiadiscono con il passare delle ore.  
 

mercoledì 12 settembre 2012

Review&Swatches THE BODY SHOP FARD ALL-IN-ONE nella colorazione 02 Ginger


Fard All-In-One è una polvere ultrafine per un colore modulabile  a lunga tenuta. Il colore è facile da applicare e modulare. Con olio di marula del Commercio Equo e Vitamina E antiossidante.
(tratto dal sito web THE BODY SHOP)
Il packaging è costituito da una scatolina rotonda da 4g, con base color argento ad effetto specchiato, mentre il coperchio è bombato in plastica trasparente. All’interno troviamo posizionata la cialda contenente il prodotto.

 

Le colorazioni disponibili sono 7, vediamo ora in dettaglio quella che ho provato :
©       02 Ginger : color rosa pesca chiaro, con microglitter dorati; è una colorazione molto delicata e luminosa, ideale per ogni incarnato anche se su carnagioni scure potrebbe non notarsi molto, meglio puntare su una gradazione di colore più scura.


 
Ed ora passiamo allo swatch :

 
 

La texture di questo fard è setosa e leggera, il prodotto si stende molto bene ed è anche discretamente pigmentato nonostante sia una tonalità piuttosto chiara. Mi piace molto perché dà colore e definizione alle guance senza però essere troppo vistoso, quindi indicato anche per il giorno o in abbinamento a look più intensi. Ha una discreta durata e non tende a sbiadire con il passare delle ore.
Il prezzo è di 10€ ed è acquistabile sia nei negozi The Body Shop sia online          

martedì 11 settembre 2012

Makeup (Photo) Tutorial - What's Better Than Purple&Violet ?


Eccoci ad un altro Makeup (Photo) Tutorial, questa volta sui toni del viola. Eh sì, cominciano ad apparire nelle collezioni makeup i colori scuri ed un po’ cupi tipici del periodo invernale in cui si abbandonano i colori sgargianti utilizzati in estate. Ho pensato di realizzare un makeup molto semplice, infatti sono necessari solo tre prodotti, un ombretto viola, che nel mio caso è simile ad un duochrome, infatti ha dei riflessi blu, un eyeliner lilla ed un mascara nero. Lo trovo molto bello anche per il giorno, magari senza allungare la riga dell’eyeliner realizzando la "codina" finale e scegliendo una tonalità di viola più leggera.
 
 
Per quanto riguarda le labbra ho scelto, per il giorno un gloss rosa piuttosto trasparente, in modo che gli occhi siano in primo piano mentre per la sera, anche se non si dovrebbe sovraccaricare occhi e labbra al tempo stesso, opterei per un rossetto rosso dal sottotono neutro.
 

 

lunedì 10 settembre 2012

"My First Impressions About... PUPA CHINA DOLL"


 
Eccoci ad un’altra “puntata” di “My First Impressions About…” ossia ciò che penso dei prodotti che compongono una collezione makeup e questa volta tocca alla China Doll di PUPA che ero curiosissima di vedere dal vivo J
La collezione è composta da ombretti wet&dry (4 colorazioni), matite multiplay (4 colorazioni), rossetti volumizzanti (4 colorazioni), illuminante in penna (colorazione unica), blush illuminante (colorazione unica) e smalti brillanti (4 colorazioni).
 
 
Anche in questo caso, come abbiamo già visto per la collezione Lavish Oriental di KIKO quest’anno ha avuto molto successo il mondo orientale che vediamo riproposto anche nella collezione di PUPA.
Vediamo ora cosa ne penso dei prodotti !  
©       PUPA CHINA DOLL Ombretto Effetto Perla Pura Wet&Dry
Gli ombretti che sono stati proposti in questa collezione, pur essendo wet&dry non hanno la tipica forma “bombata” degli ombretti che PUPA ha proposto in passato. La formulazione è particolare e mi ricorda vagamente quella degli ombretti proposti nella Golden Casinò, infatti è molto morbida, sembra quasi cremosa e quindi, specialmente se andrete a prelevarli con un pennello in spugna vi accorgerete di come il colore rimanga “ancorato” velocemente e senza dover insistere troppo sulla cialda. Le colorazioni proposte sono 4 e devo dire che l’unica che non incontra appieno i miei gusti è la 04, un color blu duochrome con riflessi viola e azzurri; per carità è una colorazione bellissima ma per me è solo da “guardare ma non toccare” in quanto trovo che conferisca ai miei occhi chiari un aspetto troppo cupo.  Mi piacciono moltissimo la 01, che ho provato ieri, un color rosa chiaro/pescato con microglitter argentati, la 02, un viola/borgogna anch’esso con microglitter e la 03, un color grigio/argento (definito taupe da PUPA) anch’esso costellato da tantissimi microglitter.
 
 
©       PUPA CHINA DOLL Matita Occhi Triplo Uso Multiplay
Anche in questo caso, le matite occhi multiplay, che già abbiamo visto in molte collezioni PUPA in passato, sono state proposte in quattro colorazioni che ben si abbinano alle tonalità di ombretto per dare definizione all’occhio ma senza discostarsi troppo dalle tonalità applicate. Anche in questo caso ho lasciato le matite lì dov’erano perché non faccio largo uso di questo prodotto e quindi non saprei neanche dirvi se siano pigmentate o meno… non le ho proprio degnate di uno sguardo J
 
 

©       PUPA CHINA DOLL Rossetto Volumizzante Labbra
I rossetti proposti in questa collezione altro non sono che i PUPA VOLUME che si trovano nella linea permanente del brand, però rivisitati ed in edizione limitata per la collezione CHINA DOLL. Troviamo quattro colorazioni inedite, un color nude (103), un color rosa con una leggera venatura marrone (303), un rosso intenso (404) ed un color borgogna (405). Per ora ho acquistato solo le colorazioni 103 e 303, le più naturali tra quelle proposte ma mi incuriosisce molto anche la 405… chissà J
 
 
©       PUPA CHINA DOLL Maxi Fard Duo Illuminante
Devo subito dire che questo blush mi ha colpito da subito non tanto per il colore quanto per il design della cialda, a parer mio spettacolare e che ben riassume l’ispirazione della collezione, ossia l’Oriente. La colorazione in sé è molto carina, un rosa medio, né troppo chiaro da essere invisibile né troppo scuro da risultare eccessivamente vistoso. L’illuminante è satinato quindi non composto da glitter troppo grandi e anch’essi vistosi.
 

©       PUPA CHINA DOLL LUMINYS TOUCH PEARLY EDITION Illuminante Viso
Gli illuminanti a penna sono stati proposti da diverse case cosmetiche sulla scia del famosissimo Touche Eclat di YSL e in questa collezione PUPA propone un’illuminante in versione perlata, infatti il colore è un argento chiaro con microglitter, sicuramente non naturalissimo ma se ben dosato dona luminosità senza esagerare. Trovo molto comodo il formato a penna perché garantisce precisione e praticità anche per un uso fuori casa.
 
 
 

©       PUPA CHINA DOLL LASTING COLOR Smalto Brillante
Anche in questa collezione sono stati proposti gli smalti Lasting Color già presenti nella linea permanenti ma declinati in quattro tonalità inedite. Troviamo un grigio perla, un color borgogna, un arancio, un blu notte, un azzurro ed un verde smeraldo. Mi piacciono molto gli smalti e trovo che quelli proposti nella CHINA DOLL siano molto carini ma, come detto in precedenza, non essendo una grande amante degli smalti preferisco dare la precedenza all’acquisto di altri prodotti J



sabato 8 settembre 2012

Review&Photos NIVEA PURE EFFECT THERMO Gel Detergente Quotidiano Profondo


Combatte le impurità senza disidratare, per una pelle visibilmente purificata : il detergente auto riscaldante si attiva a contatto con la pelle inumidita, quanto basta a favorire la dilatazione dei pori. La sua formula, arricchita con anti batterico ed estratto attivo di Magnolia agisce nel cuor e dei pori aiutando a contrastare la formazione di nuove impurità.
(tratto dal sito web NIVEA)
Il packaging è composto da un tubetto in plastica morbida da 100ml color bianco con tappo ed inserti in azzurro. Sul retro troviamo tutte le informazioni relative al prodotto, i consigli d’uso, l’inci, ecc… .
 
All’interno l’erogatore è costituito da un foro tramite il quale esce il liquido esercitando una lieve pressione sulla confezione.

 
Il prodotto si presenta come un liquido di colore bianco perlato, piuttosto denso e va applicato sul viso inumidito e massaggiato per 20-30 secondi e poi risciacquato. Appena appoggiato sul viso sentirete subito la sensazione di caldo che sprigiona, è proprio come se si riscaldasse al contatto con la pelle. Il profumo è intenso e floreale, probabilmente dovuto all’estratto di Magnolia, dalle proprietà anti batteriche.
 
Personalmente mi sono trovata bene e male al tempo stesso con questo prodotto ed ora vi spiegherò il perché. L’ho portato con me nella mia recente vacanza per provarlo con più calma, premetto che io utilizzo quotidianamente i gel detergenti su tutto il viso (occhi compresi) emulsionati con un po’ d’acqua per togliere il makeup e nessun prodotto mi ha mai causato secchezza e screpolature nonostante su qualche confezione vi fosse scritto di evitare il contorno occhi, a me non hanno mai dato problemi ed ho continuato senza problemi ad utilizzarli. Il primo giorno di vacanza ho utilizzato Thermo Gel Detergente Quotidiano Profondo e, pur dovendo insistere per togliere il makeup, non ho avuto problemi. Ho continuato così anche per i due giorni successivi. Al quarto giorno ho notato che la pelle degli occhi (sia palpebra mobile sia palpebra fissa) iniziava a screpolarsi e a formare come delle “rughette” dovute alla secchezza, ma inizialmente ho dato la colpa magari alla diversa composizione dell’acqua (ero in montagna) o alle diverse condizioni atmosferiche. Nei giorni seguenti ho visto che la situazione peggiorava ed ogni prodotti di makeup che applicavo mi bruciava e le palpebre erano screpolate e a “grinze”, non certo un bello spettacolo J Ho deciso di sospendere l’uso di questo prodotto e, pur senza applicare trattamenti restituitivi/idratanti, la situazione si è risolta in pochissimi giorni e tutto è tornato alla normalità. Ora voi direte, ti sei trovata solo male con questo prodotto. In realtà forse ho sbagliato io ad utilizzarlo anche sugli occhi, probabilmente il fatto che si riscalda ha seccato e screpolato eccessivamente la pelle delicata degli occhi (un po’ come in inverno succede con le mani se le laviamo con acqua troppo calda e le esponiamo alle basse temperature) invece nel resto del viso non ha procurato alcun “danno”. Quindi vi consiglio, se volete provare questo prodotto, di utilizzarlo unicamente sul viso, dopo aver struccato accuratamente gli occhi con un prodotto apposito.

giovedì 6 settembre 2012

Review&Swatches KIKO MAKEUP MILANO LAVISH ORIENTAL Pure Pleasure Creamy Blush nella colorazione 01 Bejeweled Sand


Fard in crema dal tocco ultra morbido in edizione limitata. Una formula inedita di incomparabile sensorialità per ravvivare l’incarnato e regalare un tocco di colore satinato a guance e zigomi. La sua speciale tecnologia unisce 4 tipi diversi di polveri per dare via ad una texture soprendente. A contatto con la pelle la consistenza cremosa di questo blush si trasforma in una polvere sottile che aderisce al viso in modo uniforme e naturale.
(tratto dal sito web KIKO MAKEUP MILANO)
Il packaging è composto esternamente da una confezione in cartone ruvido decorata con motivi che riguardano il tema principale della collezione, ossia l’Oriente, ed i colori utilizzati richiamano la tonalità di blush contenuta all’interno.
 
Internamente troviamo invece una confezione quadrata in plastica color argento con motivi orientali che riprendono sempre il colore del blush in modo da agevolare l’individuazione. All’interno della scatolina troviamo uno specchio, grande quanto la parte superiore di essa mentre nel vano inferiore troviamo la cialda contenente il fard. Sul retro della confezione invece possiamo visionare tutte le informazioni relative al prodotto come ingredienti, quantità contenuta, nome identificativo,ecc… .

 
 

Le nuances disponibili sono 6, vediamo ora in dettaglio quella che ho acquistato :
©       01 Bejeweled Sand : color rosa chiaro con spiccata presenza di marrone; è un colore molto bello e delicato, arricchito da impercettibili microglitter dorati, indicato per il giorno ma perfetto anche per la sera. Lo trovo perfetto per chi si è “stancato” dei soliti blush rosa e vuole puntare su qualcosa che tenda più al marrone, un passepartout ideale da abbinare a qualsiasi makeup.


 

Ed ora passiamo allo swatch, a sinistra potete vedere il prodotto concentrato mentre a destra viene mostrato sfumato :



Come avrete potuto capire ed osservare i Pure Pleasure Creamy Blush sono blush in crema o per meglio dire sono dei blush in crema/polvere in quanto una volta prelevati, specialmente con le dita, ci si può accorgere della texture cremosa ma una volta che si andranno a stendere sulla pelle si trasformeranno in una polvere setosa per niente unta ma facile da sfumare e che garantisce un risultato uniforme, senza macchie di colore. Personalmente la prima volta che ho utilizzato questo prodotto l’ho prelevato con il pennello Blush Brush di ELF e mi sono trovata talmente bene che ho continuato con questo metodo e devo dire che non assorbe eccessivamente il prodotto, come di solito fanno questo genere di pennelli, e garantisce una stesura precisa e ottimale. Per quanto riguarda il prodotto in sé ho riscontrato un’ottima pigmentazione, il colore non perde intensità durante la giornata, si uniforma molto bene con la pelle e dona luminosità all’incarnato. Bejeweled Sand è il colore che tra tutti mi è piaciuto di più, diciamo che a parte qualche colore insolito (tipo Untamed Coral) è quello che più si discosta dai soliti blush rosa/fucsia ed è anche una colorazione di cui non possiedo tanti blush e devo dirvi che l’ho adorata sin da subito. Rimane molto naturale pur dando definizione agli zigomi e l’ho trovata perfetta sia per i makeup più delicati sia per quelli più intensi.

 

mercoledì 5 settembre 2012

Review&Swatches KIKO MAKEUP MILANO LAVISH ORIENTAL Colour Seduction Eyeshadow Palette nelle colorazioni 01 Sumptuous Mocha e 02 Sensuous Burgundy


Palette con quattro tonalità di ombretti altamente pigmentati in edizione limitata. Una formula di nuova generazione, ricca di componenti hi-tech, che unisce la sensorialità e la brillantezza di un ombretto in crema al colore puro e intenso di una polvere.
(tratto dal sito web KIKO MAKEUP MILANO)

Il packaging è composto esternamente da una confezione in cartone ruvido decorata con motivi che riguardano il tema principale della collezione, ossia l’Oriente, ed i colori utilizzati richiamano le tonalità contenute all’interno delle palette.
 
 
Internamente troviamo invece una confezione quadrata in plastica color argento con motivi che rimandano sempre all’Oriente e che, come nel caso della confezione esterna, prendono il colore a seconda delle tonalità contenute nella palette; all’interno di essa vi è uno specchio grande quanto il coperchio mentre nella zona sottostante, divisa in quattro quadrati più piccoli, troviamo contenuti gli ombretti. Sul retro della confezione invece possiamo visionare tutte le informazioni relative al prodotto come ingredienti, quantità contenuta, nome della palette,ecc… .
 
 

Le combinazioni disponibili sono 6, vediamo ora in dettaglio quelle che ho acquistato :

©       01 Sumptuous Mocha : composta da un color argento chiaro/taupe, un marrone scuro con microglitter dorati, un color marrone chiaro bronzato ed un marrone molto scuro, oserei dire quasi nero a seconda della luce a cui lo si guarda. Volendo fare un confronto con la collezione autunnale dell’anno scorso, la Chic Chalet, possiamo dire che la 01 Sumptuous Mocha sia un rifacimento, seppur con gradazioni di colore più scure, della 01 Unexpected Rosy Taupe, in quest’ultima troviamo sempre un marrone molto scuro tendente alnero, un marrone bronzato ed un color argento, la differenza è il color avorio che nella palette della Chic Chalet era presente mentre in quella della Lavish Oriental è stato "sostituito" da un argento chiaro.
 

 
 
 


©       02 Sensuous Burgundy : composta da un color cammello/oro scuro, un color viola scuro con riflessi borgogna, un color malva leggermente tendente al rosso ed un coloro rosa salmone. Questa è senza dubbio la mia palette preferita e quella che fino ad ora ho utilizzato maggiormente J Ho apprezzato tantissimo soprattutto le due tonalità più chiare, ossia l’oro ed il rosa salmone che trovo perfette per l’estate ma anche per un look da giorno luminoso ma al tempo stesso delicato e non eccessivo. Mi piace molto anche abbinare questi due colori con il color malva per creare uno smokey sui toni del rosa e del viola. La trovo inoltre perfetta per chi gli occhi chiari, dal verde all’azzurro. Se volessimo fare un confronto con le palette proposte nella Chic Chalet non riscontriamo questa combinazione di colori per cui è una palette innovativa per quanto riguarda KIKO.
 



 
 
Ed ora passiamo agli swatches, nella prime due foto vediamo fotografate le colorazioni della palette 01 Sumptuous Mocha sia con luce naturale (prima foto) sia con luce artificiale e flash (seconda foto); mentre nelle ultime due foto vediamo la palette 02 Sensuous Burgundy sia con luce naturale (prima foto) sia con luce artificiale e flash (seconda foto) :
 



 



Passiamo ora a parlare della texture di queste palette, che, come detto nella parte tratta dal sito web KIKO, è molto particolare in quanto si tratta di una sorta di incontro a metà strada tra un ombretto in crema ed uno in polvere, infatti esteticamente sembrano ombretti in polvere pressata ma una volta che si vanno a prelevare ci si può accorgere di come il pennello, qualunque esso sia, in spugna o in setole, è come se “affondasse” nel prodotto ed il colore rimane “ancorato” senza causare fall out (ossia caduta di polveri). La pigmentazione e la scrivenza una volta applicati sull’occhio è uguale per tutte e due le palette, per quanto mi riguarda è ottima, i colori sono intensi e brillanti anche applicati asciutti, da bagnati poi i riflessi si intensificano e si ha quasi un effetto metallizzato davvero splendido, specialmente per un makeup da sera. La durata è buona, i colori si fissano sull’occhio e non perdono intensità con il passare delle ore. Questo applicando un primer o una base cremosa al di sotto, non ho provato ad utilizzarli senza niente perché io d’abitudine stendo sempre qualcosa prima dell’ombretto. In conclusione ho adorato queste due palette, le ho trovate iper pigmentate, scriventi e composte da colorazioni meravigliose che rientrano appieno in quelli che sono i miei gusti in fatto di ombretti quindi non posso fare altro che consigliarvele ©